Our Authors

View All

Articles by Patricia Raybon

Essere visti da Dio

Il mio primo paio di occhiali mi aprì letteralmente gli occhi. Sono miope, quindi gli oggetti che sono vicini li vedo ben definiti. Senza gli occhiali, però, ciò che si trova dall’altra parte della stanza è semplicemente sfuocato. All’età di dodici anni, con il mio primo paio di occhiali addosso, era scioccata di riuscire a leggere chiaramente le parole alla lavagna, le piccole foglie in cima agli alberi e, forse ancora più importante, i sorrisi sui volti delle persone.

Non è poca cosa

Un membro della famiglia aveva bisogno di aiuto per pagare l’affitto di dicembre. Per gli altri suoi familiari quella richiesta era impegnativa: anche loro erano alle prese con le spese impreviste di fine anno. Ma scavarono nei loro risparmi, grati per la provvidenza di Dio e felici di aiutare un loro caro.

Seguire il capo

Tre caccia militari attraversano con un forte rumore il cielo sopra la nostra casa. Volano talmente vicini che sembrano un solo velivolo. “Wow,” dico a mio marito Dan. “Impressionante,” mi fa eco lui. Vivendo nei pressi di una base della Air Force, non è insolito vedere da vicino spettacoli del genere.

Aspetta il Messia

Il meccanico sembrava giovane, troppo giovane per risolvere il nostro problema, una macchina che non partiva. “Ma è appena un ragazzo,” mi sussurrò mio marito Dan, dubbioso. Quello scetticismo nei confronti del giovane meccanico mi ricorda un po’ i commenti dei cittadini di Nazaret che si domandavano chi fosse Gesù.

Onorare Dio con ringraziamenti

La dottoressa non era accigliata, nonostante stesse parlando con mio marito del cancro che gli era stato appena diagnosticato. Con un sorriso, gli ha dato un consiglio: iniziare ogni giorno ringraziando. “Per almeno tre cose,” ha aggiunto. Dan le ha detto che ci avrebbe provato, sapendo che la riconoscenza apre il cuore e aiuta a trovare forza nella bontà di Dio. Da allora, Dan inizia ogni giorno con parole di ringraziamento. Grazie, Dio, per una buona notte di sonno. Per il mio letto pulito. Per il sole. Perché c’è la colazione sul tavolo. Per il sorriso sulle mie labbra.

Chiedere aiuto

La sua email arrivò durante una giornata molto lunga. Non la aprii. Stavo lavorando intensamente per aiutare una famiglia a elaborare la notizia di una malattia molto seria. Non avevo tempo, quindi, per distrazioni di altro tipo.